Prodotti » Nuova norma IEC 61439 » Informazioni sul IEC 61439

Informationi sul norma IEC 61439

Nel 2012 si è giunti alla ridefinizione e alla rielaborazione dei requisiti tecnici di sicurezza per gli impianti di distribuzione a bassa tensione con la pubblicazione della norma IEC 61439 ‐1:2012. La norma precedente IEC 60439‐1 viene sostituita dalla
IEC 61439‐1:2012 a partire dal 24/09/2014.
Per tutti gli impianti messi in funzione dopo la suddetta data, è necessario realizzare la progettazione e la documentazione secondo la norma IEC 61439‐1:2012 e tutte le sue parti. L'obiettivo di tale norma è l'armonizzazione delle principali disposizioni e dei requisiti di qualsiasi tipo di apparecchiature assiemate di protezione e di manovra per bassa tensione, allo scopo di ottenere requisiti e certificazioni comuni per tali dispositivi e al fine di evitare di eseguire certificazioni anche secondo altre norme.
Tutti i requisiti delle diverse apparecchiature assiemate sono stati riassunti in questa norma di base, assieme alle tematiche di ampio interesse e applicazione, ad es. riscaldamento, proprietà di isolamento ecc.

Per ogni tipo di apparecchiatura assiemata di protezione e di manovra per bassa tensione in futuro saranno necessarie due norme principali:
❐ la norma di base, alla quale si fa riferimento nella "Parte 1" è il riferimento comune delle norme specifiche;
❐ le parti rilevanti da 2 a 7 della norma sulle apparecchiature assiemate che trattano le particolarità di applicazione.

La nuova norma strutturata IEC 61439 è composta dalle seguenti parti:

Nuova IEC ...

Sostituisce IEC ...

61439-1:

disposizioni generali

60439-1

61439-2:

apparecchiature assiemate di protezione
e di manovra per l'energia

60439-1

61439-3:

distributore di installazione

60439-3

61439-4:

distributore di corrente per i lavori

60439-4

61439-5:

armadi di distribuzione via cavo pubblici

60439-5

61439-6:

distributore a sbarre

60439-2

61439-7:

progetto – applicazioni speciali porti turistici,
campeggi, piazze e stazioni di ricarica

60439-7



I requisiti all'interno della presente norma, che sono oggetto di un accordo tra il produttore dell'apparecchiatura assiemata e l'utilizzatore, sono riassunti nelle pagine seguenti. Questo elenco facilita la messa a disposizione di informazioni sulle condizioni di base e sulle disposizioni aggiuntive dell'utente.

Sostituzione di apparecchiature soggette a prove di tipo (AS) e apparecchiature parzialmente soggette a prove di tipo (ANS) con la verifica di progetto
Le denominazioni precedenti "apparecchiature soggetta a prove di tipo" (AS) e "apparecchiature parzialmente soggette a prove di tipo" (ANS), nonché la prova di tipo per la conferma del rispetto delle indicazioni normative secondo la IEC 60439 non vengono più utilizzate. Al loro posto viene introdotta la verifica di progetto. Oltre a questa verifica va prodotta una prova individuale che garantisce una struttura corretta in base alla norma, l'esclusione di materiali difettosi il rispetto dei requisiti di sicurezza elettrica.

Definizione di "Produttore originale" e "Produttore dell'apparecchiatura assiemata"
Produttore originale

Organizzazione/azienda che ha eseguito la costruzione originaria e le relative certificazioni secondo la normativa.
Produttore dell'apparecchiatura assiemata
Organizzazione che completa il dispositivo e lo trasforma in un'unità funzionale. Il produttore è responsabile della prova individuale e quindi del prodotto (valutazione della conformità).
Conseguenze per i prodotti MENNEKES:
per i dispositivi pronti per l'allacciamento, MENNEKES è allo stesso tempo sia produttore originale sia produttore assemblatore. È quindi responsabile del prodotto e delle prove. I dispositivi parzialmente collegati non possono essere dichiarati conformi da noi. In questo caso viene considerato produttore l'ultimo "stadio di completamento" e sarà lo stesso a dichiararne la conformità. È necessario fornire le informazioni a questa azienda al fine di consentire una valutazione della conformità del dispositivo.

Riscaldamento
Il limite massimo della temperatura ambiente si aggira intorno ai +40 °C. Il valore medio della stessa, tuttavia, non può essere superiore ai +35 °C nell'arco di 24 ore.
La certificazione del riscaldamento può essere documentata con diversi metodi. Da un lato con il controllo dell'apparecchiatura assiemata oppure con una deduzione a un riferimento noto e una valutazione, ad es. secondo le regole di costruzione applicabili.
Indipendentemente dal metodo scelto per il rilevamento del riscaldamento e quindi del carico massimo di corrente dell'apparecchiatura assiemata, è necessario garantire il rispetto dei valori limite di temperatura corrispondenti.
Le apparecchiature assiemate e i loro circuiti devono essere in grado di sopportare le correnti nominali in determinate condizioni in cui i valori nominali dei componenti, la loro idoneità d'uso e applicazione siano controllati, senza che vengano superati i valori limite secondo la norma IEC 61439‐1 tab. 6, parte 1. Le temperature limite nella tab. 6 si applicano per una temperatura ambiente media di +35 °C.
▶ Le temperature limite delle apparechiatture di esercizio integrate non vanno superate

Riscaldamento: sostituzione dei componenti
Un dispositivo (o alcuni componenti dello stesso) può essere sostituito solo con un altro dispositivo simile di una serie diversa da quella presente nella certificazione, ma con la stessa struttura, purché la dissipazione e quindi il riscaldamento dei collegamenti siano inferiori o uguali a quelli del dispositivo da sostituire.

Carico di corrente nominale del circuito più grande comprese di tutte le uscite singole
Secondo la norma IEC 61439, è necessario che tutti i circuiti siano singolarmente in grado di trasportare la corrente nominale senza superare i valori limite della temperatura. Se vi sono altri circuiti è possibile impostare un fattore di carico nominale.
Valori nominali InA, Inc, RDF

❐ Definizione normativa InA
La corrente nominale delle apparecchiature assiemate InA è la corrente totale che la sbarra collettrice principale può distribuire nella particolare struttura dell'apparecchiatura, senza superare i valori limite della temperatura secondo la norma IEC 61439‐1 sezione 9.2
La corrente InA viene vista come la corrente che la combinazione di dispositivi può distribuire tramite le uscite in un ciclo di funzionamento del 100%.

❐ Definizione normativa Inc
La corrente nominale di un circuito è il valore della corrente che può essere trasportata da questo circuito in condizioni operative normali quando è azionato da solo. La corrente deve essere trasportata senza che la sovratemperatura dei singoli componenti superi i valori limite indicati nella norma IEC 61439‐1 sezione 9.2.

❐ Definizione normativa fattore di carico nominale RDF
Il fattore di carico nominale (RDF) è il valore percentuale indicato della corrente nominale al quale è possibile caricare le (singole) Inc uscite Inc di un'apparecchiatura assiemata tenendo costantemente e simultaneamente sotto controllo le reciproche influenze termiche senza superare InA.

Tabella 101 dei valori IEC 61439‐3
per il carico presunto

Numero dei circuiti principali

Fattore di carico presunto

2 e 3

0,8

4 e 5

0,7

Da 6 fino a 9

0,6

10 (e più)

0,5


Questa tabella riporta valori di riferimento. In caso di dubbi seguire sempre le indicazioni del produttore.

FacebookLinkedInTwitterXingYoutubeGoogle+